giovedì, 17 gennaio 2019
CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

05.04.2012

Il Times: Vicenza tra le dieci mete più “cool”

Turisti in piazza dei Signori: numeri in crescita nel 2011 e previsioni rosee per il week end pasquale
Turisti in piazza dei Signori: numeri in crescita nel 2011 e previsioni rosee per il week end pasquale

Vicenza. Cool, ovvero alla moda, in voga, da non perdere, fico. Vicenza è una delle dieci città italiane più cool. Parola del Times, prestigioso quotidiano londinese, tempio del giornalismo britannico, che ha inserito la città del Palladio in un elenco che comprende Torino, Lucca, Bologna, Palermo, Padova, Trieste, Genova, Ravenna e Lecce. Un colpaccio per la promozione oltralpe di Basilica, teatro Olimpico, Rotonda e colli Berici: uno spot gratuito servito ai sudditi di sua maestà subito affascinati dal Palladioshire. E qualche effetto, quel servizio, deve averlo prodotto, se è vero, come anticipano gli addetti ai lavori, che nel lungo fine settimana pasquale sono attesi in città visitatori in arrivo soprattutto da Stati Uniti, Germania e  Gran Bretagna. I TESORI. L'invito a visitare Vicenza e le altre nove città italiane più in voga dedica una scheda su misura per ogni meta con suggerimenti per pranzare, pernottare, spostarsi. «Gli studenti di architettura - scrive il Times - sapranno già tutto di questa città nel nordest perché fu la patria di Andrea Palladio. I suoi eleganti edifici classici ne costellano il centro». Imperdibile piazza Matteotti, dove è possibile ammirare per ammirare palazzo Chiericati e il teatro Olimpico. «Ma questo è solo l'inizio - avverte - perché ci sono altri 21 capolavori del grande architetto in città. Vicenza è una ricca città, famosa per l'oreficeria, un buon posto per acquistare gioielli». IL BOOM. Malgrado la pioggia, annunciata impietosa fino a Pasqua, il consorzio Vicenza È ha motivi per annunciare un boom di visitatori nei prossimi giorni «a dispetto delle previsioni negative come la contrazione generale dei flussi turistici e la diminuzione dei giorni, massimo tre, da dedicare alle vacanze». L'ente di promozione si sbilancia fino a parlare di «una vera e propria invasione di turisti quella attesa a Vicenza per il periodo pasquale. Le strade del capoluogo, infatti, si preparano ad accogliere migliaia di visitatori, provenienti sia dalla Penisola che da Oltralpe, sempre più attratti e incuriositi dalle bellezze paesaggistiche e dai tesori artistici di cui la città è scrigno». I NUMERI. Le stime elaborate dal Consorzio promettono «un aumento del flusso di viaggiatori che quest'anno sceglieranno Vicenza e i suoi dintorni come destinazione per trascorrere l'agognato ponte di Pasqua». Nonostante la crisi economica, infatti, il Comune «ha registrato, nell'anno appena trascorso, una crescita delle presenze di ospiti sul suo territorio pari a un significativo +14.1%: numeri importanti destinati a lievitare ancora» in vista della riapertura della Basilica palladiana a ottobre, quando sarà inaugurata, a conclusione del restauro da 20 milioni di euro, la prima delle due grandi mostre curate da Linea d'Ombra con i capolavori provenienti dai musei del mondo. Secondo Vicenza È il boom sarebbe innescato «dalla massiccia affluenza di stranieri provenienti, soprattutto, da Inghilterra, Germania e Stati Uniti. Se gli yankee, infatti, vanno a rimpinguare la già nutrita comunità a stelle e strisce presente per gli insediamenti militari, i tedeschi, in cima alle classifiche dei globetrotter europei, considerano Asiago una tappa obbligata nei loro itinerari naturalistici e gastronomici nel Veneto. Motivi culturali e artistici, infine, spingono gli inglesi a raggiungere la città alle pendici del Monte Berico». E lo zampino del Times potrebbe aver dato la spinta decisiva. Fico. Anzi, cool. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Gian Marco Mancassola
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Livelli troppo alti di pm10: è di nuovo allarme. Sareste favorevoli ad una domenica a piedi per ridurre lo smog?
ok

Avvenimenti 2018

VIAGGI