martedì, 19 febbraio 2019
CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

03.01.2013

«Il bracconaggio rovina la caccia»

Un uccellino liberato da una rete utilizzata da bracconieri come quella trovata in località Grumo|
 Il presidente Rossato. L.C.|
 La rete sequestrata. L.C.
Un uccellino liberato da una rete utilizzata da bracconieri come quella trovata in località Grumo| Il presidente Rossato. L.C.| La rete sequestrata. L.C.

Valdagno. Nuovo blitz contro il bracconaggio, sulle colline di Valdagno, che fa intervenire il presidente provinciale dell'associazione venatoria “migratoristi”, Domenico Rossato, con parole molto dure. «Non ne possiamo più: è ora di finirla con questi comportamenti che danneggiano tutto il mondo venatorio. I cacciatori di frodo sono delinquenti e il bracconaggio rovina la caccia. Addirittura si arriva a mettere in atto comportamenti illeciti, dal punto di vista penale, a ridosso del centro abitato come avvenuto il località Maglio di Sopra».
A far intervenire Rossato è un episodio di per sè non eclatante, come il sequestro di una rete illegale da uccellagione lunga 15 metri nella quale si era impigliato un cane, ma sintomatico di una situazione che sta diventando insopportabile nella Valle dell'Agno perché sono stati un centinaio i casi scoperti nel 2012. Lo conferma la polizia provinciale che è in prima fila contro il bracconaggio.

Tutti i particolari nel Giornale in edicola

Luigi Centomo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Proposta di legge della Lega: alla radio una canzone italiana su tre. Cosa ne pensate?
ok

Sport

VIAGGI