domenica, 16 dicembre 2018
CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

18.03.2013

Cipe, ok al prolungamento in A31
da Piovene alla Valle dell'Astico
Schneck: "Posata la prima pietra"

Il Cipe dà il via libera al prolungamento della A31
Il Cipe dà il via libera al prolungamento della A31

VICENZA. È positivo il commento di Attilio Schneck, presidente dell’Autostrada Brescia-Padova Spa, dopo le notizie giunte da Roma che riguardano il prolungamento a nord della A31 Valdastico. «Oggi il Cipe - le parole di Schneck - ha messo la prima pietra al completamento di un’infrastruttura fondamentale per l’economia del Nord Est e dell’Europa. Si tratta di una decisione importante per un’arteria che la società concessionaria si è impegnata a progettare e a realizzare nel più breve tempo possibile nel rispetto del territorio e delle comunità attraversate».
«Si tratta - aggiunge il presidente della A4 - di una vittoria, anche se parziale, visto che manca ancora l’approvazione dei 15 chilometri circa che da Lastebasse condurranno all’interconnessione con l’AutoBrennero quasi tutti in galleria nel territorio trentino».
«Con l’approvazione dei primi 24 km di tracciato da Piovene Rocchette a Lastebasse - tiene a precisare Schneck - si potrà mettere in moto opere per 891,6 milioni di euro che costituiranno un’importante boccata d’ossigeno per l’economia e le imprese locali, visto che si tratta di risorse che la società concessionaria è in grado di mobilitare in breve tempo garantendo celerità nei pagamenti».
«Ora rimane - ha concluso - da trovare l’accordo con il Trentino per i 15 chilometri che mancano. Come il Governatore Zaia, anch’io sono fiducioso nelle prospettive di trovare un accordo con la Provincia di Trento, perchè le ragioni che sottostanno al completamento dell’opera sono di gran lunga maggiori a quelle, spesso di carattere puramente demagogico, contrarie. Da parte nostra confermiamo la volontà di dialogare con tutte le realtà interessate al progetto e di soddisfare quanto più possibile le varie esigenze».


ORE 11.51. DAL CIPE VIA LIBERA ALLA A31. Il Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica ha approvato stamani con prescrizioni il progetto preliminare riguardante la realizzazione del 1° lotto funzionale Piovene Rocchette - Valle dell'Astico dell'Autostrada A31 Valdastico Nord.
«E' una buona notizia, un ulteriore passo per il completamento di un'arteria - ha commentato l'assessore alle politiche della mobilità del Veneto Renato Chisso, presente alla seduta del Cipe in rappresentanza del presidente Luca Zaia - la cui utilità non è di oggi, ma venne capita ancora negli anni 60, quando venne ipotizzato il collegamento Trento - Vicenza - Rovigo. L'opera originaria rimase però monca, per l'opposizione delle principali organizzazioni ambientaliste e il supporto di un movimento d'opinione che la considerava inutile, con conseguenze politiche che si tradussero fino al divieto di legge di costruire nuove autostrade nel nostro Paese».
«Il voto di oggi conferma che i tempi sono maturati - ha aggiunto l'assessore - a fronte di esigenze che rimangono e che anzi si sono aggravate proprio per la carenza infrastrutturale dell'Italia e in particolare del Nord Est, carenza che in Veneto stiamo recuperando con interventi che hanno portato benefici a tutte le comunità interessate. Rimane l'opposizione del Trentino, ma io sono convinto che con la vicina Provincia Autonoma ci siano spazi per trovare una convergenza su questa e sulle tante cose che ci uniscono, con lo sguardo aperto al futuro che vogliamo dare ai nostri territori e alle nostre comunità». Lo stato di realizzazione attuale della Autostrada A31 Valdastico è il seguente: Valdastico sud: aperto al traffico nel 2012 il tratto Vicenza - Montegaldella (7 km); in corso di realizzazione il tratto Montegaldella - Rovigo la cui ultimazione è prevista nel 2014. Valdastico nord: in esercizio il tratto Vicenza - Piovene Rocchette, progetto preliminare del tratto Piovene Rocchette - interconnessione A22 presentato al Ministero dell'ambiente e della tutele del territorio e del mare; approvazione odierna del primo stralcio funzionale. Per quest'ultimo è previsto entro 30 di giugno il progetto definitivo.

I particolati ne Il Giornale di Vicenza in edicola domani

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Il ministro Bussetti chiederà agli insegnanti di dare meno compiti per Natale. Sei d'accordo?
ok

Avvenimenti 2018

Amici di Noè

Sport

VIAGGI