lunedì, 18 dicembre 2017
CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

24.11.2012

Assolto dopo 1 anno di cella per mafia

L'abitazione di Diego Olivieri, 64 anni, ad Arzignano
L'abitazione di Diego Olivieri, 64 anni, ad Arzignano

Arzignano. Cinque anni fa la clamorosa cattura. Ieri un'assoluzione con formula piena che gli restituisce l'onore, ma non la completa serenità per le traversie patite, dopo tante sofferenze. Per quello, dunque, che in primo grado è stato catalogato come un errore giudiziario.  Il mediatore di pellami Diego Olivieri, 64 anni, di Arzignano, non è per nulla organico come esterno alla mafia. Lo aveva ripetuto, inascoltato, fin dal 7 ottobre 2007 quando venne prelevato nella sua abitazione dagli investigatori della Dia e condotto nel carcere di Regina Coeli. Dunque, si era fatto un anno di prigione da innocente. Dopo un'inchiesta e un processo fiume, la quinta sezione penale del tribunale di Roma, presieduta da Iannolo, ha accolto la tesi degli avvocati Gaetano Pecorella di Milano e Vincenzo Megna di Benevento, ed ha assolto l'arzignanese con la formula più ampia del «fatto non sussiste». Con lui sono stati assolti anche i coimputati Roberto Papalia, Beniamino Zappia, Rodolfo Fedi, Giuseppe Spagnolo e Geoffrey Peter Huxley, per i quali la procura aveva chiesto 12 anno di reclusione ciascuno. Una pena analoga era stata sollecitata anche per Olivieri, la cui unica responsabilità, alla luce della sentenza, era stata quella di avere fatto alcuni affari di pellami leciti con il canadese Felice Italiano. Quest'ultimo è stato l'unico a essere stato condannato a 5 anni di carcere, assieme a un coimputato con rito abbreviato all'udienza preliminare, perché ritenuto uomo di collegamento della mafia nordamericana per gli affari delle famiglie Cuntrera-Caruana. La sua posizione è all'attenzione della corte d'appello di Roma, dopo che la Cassazione ha accolto il ricorso contro la sentenza di secondo grado che confermava i 5 anni.
Tutti i particolari sul giornale in edicola.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ivano Tolettini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Il biotestamento è legge. Che cosa ne pensate?
ok

Sport

Racconti d'Estate

ANIMALI & CO