mercoledì, 14 novembre 2018
CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

01.05.2013

Anche la Rotonda deve pagare
l'Imu: costa 21 mila euro

Villa Capra detta la Rotonda, capolavoro di Andrea Palladio che conta il maggior numero di imitazioni
Villa Capra detta la Rotonda, capolavoro di Andrea Palladio che conta il maggior numero di imitazioni

VICENZA. «Restituirò 10 euro al signore che si è lamentato per aver pagato l'ingresso alla Rotonda anche per la figlia di 7 anni». L'ottuagenario conte Lodovico Valmarana, proprietario di villa Capra detta la Rotonda, capolavoro architettonico di Andrea Palladio, una delle dimore patrizie più copiate nel mondo, è pronto al rimborso del biglietto.  Il signore in questione, Alessandro Lumassi ha scritto anche al nostro Giornale oltre che alla Provincia, alla Regione e ad altre ville private. Il 25 aprile si è presentato ai cancelli e per entrare ha dovuto pagare 40 euro: 10 per ogni persona, comprese le figlie.  «È stato un disguido - minimizza il conte - il guardiano o meglio l'addetto alla biglietteria, probabilmente, non si è reso conto dell'età della bimba e per tutta la famiglia ha fatto pagare la quota prevista dal nostro tariffario. Quando i bambini piccoli in realtà non pagano e, se una famiglia si presenta con due figli minorenni, il biglietto si stacca solo per un uno. Sbagliare accade a tutti, mi dispiace che il signore in questione se la sia presa così tanto. Del resto, l'unicità di questa villa o meglio di questa opera architettonica, credo valga moltissimo».  E su questo come dare torto al conte Valmarana? Per l'ingresso in ville private, come la Rotonda, non esistono tariffari regionali, provinciali e di altro genere, tutto ricade sulla discrezione dei proprietari. E, spesso, i biglietti diventano una fonte molto importante e consistente per la loro gestione.  Se pensiamo che villa Capra conta all'anno circa 23 mila visitatori, i conti sono presto fatti. «Ma non possiamo - aggiunge Lodovico Valmarana - puntare solo su quelli: basta pensare che dobbiamo pagare 21 mila euro solamente di Imu. Mi auguro che il nuovo governo non tolga la tassa solamente sulla prima casa, ma anche sui beni artistici di portata mondiale come il nostro. Rappresenterebbe un aiuto importante nei confronti della cultura e di tutto l'indotto che ci può essere. Noi vorremmo riuscire ad aprire di più la villa, pensare alla ristrutturazione delle cantine piuttosto che di altri locali, ma le risorse di cui disponiamo non ci permettono di eseguire tutti gli interventi che abbiamo in programma. Di fronte - ribadisco - ad una villa che rimane una delle più copiate al mondo, sicuramente il capolavoro del Palladio. Forse l'architetto vicentino è più conosciuto per questa dimora che per la basilica palladiana appena ristrutturata, senza nulla togliere a quest'ultima che rimane comunque un capolavoro inestimabile».  Sarà così? Sta di fatto che il signor Lumassi scrive di «discriminazione dei nostri giovani fin da piccoli... Se vogliamo che siano futuri italiani fieri della loro nazione, mi sembra il minimo dargli il massimo delle disponibilità in modo gratuito, come fanno la maggior parte dei paesi civilizzati, che credono che i loro giovani siano la risorsa più preziosa che hanno, non un cliente a cui far pagare il biglietto». «Non entro nel merito della questione- conclude il conte Valmarana - contatteremo il signore e gli restituiremo i soldi. Dieci euro? Certo, le bambine erano due. E una paga. Come da regolamento». © RIPRODUZIONE RISERVATA

Chiara Roverotto
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Giunta divisa a Vicenza sul nuovo autovelox in viale del Sole: cosa ne pensate?
ok

Avvenimenti 2018

VIAGGI